Google+ Followers

martedì 20 dicembre 2016

120 anni di dolcezza ad Avella

Ebbene sì, la Pasticceria Pesce ha deliziato il palato di molte generazioni.

Domenica scorsa 18 dicembre ad Avella (Av) la nota pasticceria ha festeggiato la sua ultracentenaria attività di ininterrotta dolcezza. Nata nel 1896, la pasticceria ha visto quattro generazioni di Maestri pasticcieri, utilizzare quintali di farina, di zucchero, di burro, litri di latte e centinaia di migliaia di uova fresche per infinite delizie e dolcezza che hanno caratterizzato le varie epoche.

L’attuale attività di arte dolciaria è gestita con grande passione da Pasquale Pesce, figlio di Ernesto, che a sua volta l’aveva ereditata da suo padre e negli anni la Pasticceria si è sempre distinta per il suo profilo di alta qualità.

Pasquale Pesce ha accolto amici, parenti, conoscenti, clienti, blogger e giornalisti nella sede che recentemente ha aperto via G. Leopardi (località Cooperative), ad Avella, e per festeggiare i “120 anni di dolcezze” ha approntato una gigantesca "Cassata avellana", golosa specialità ultima nata della casa, sormontata di pregiate nocciole abellanae, una versione tutta territoriale rispetto alla classica siciliana, che, invece della frutta candita, utilizza le  nocciole, il pregiato ed antico prodotto di eccellenza locale da cui la cittadina prende il nome.

C'è stata, inoltre, una degustazione di Panettoni artigianali, dagli intensi profumi e la soffice consistenza in grado di rievocare le dolci memorie delle feste, realizzati nel rispetto della lunga tradizione familiare tramandata di padre in figlio.
Lievito madre, burro e tuorli in abbondanza danno corpo ad un impasto soffice e di bella fragranza, all’interno del quale trovano posto ove le amarene, ove le squisite albicocche del Vesuvio, ove l'uvetta, il cedro diamante e canditi all'arancia per la versione classico Milano. La copertura è una bianca glassa di pasta di mandorle e mandorle tostate. 

Genuinità e tradizione, selezione attenta delle materie prime e ingredienti 100% naturali, sono la filosofia produttiva della Pasticceria Pesce. Per cui semilavorati e scorciatoie produttive risultano bandite dal processo produttivo. Uova fresche, rotte una ad una ancora a mano; latte intero, burro, mandorle, nocciole abellanae, amarene e cioccolato fondente sono solo alcuni degli ingredienti utilizzati ogni giorno per creazioni di tipica tradizione locale avellana come le sfogliatelle o le code di aragosta, lavorate ancora a mano. 

La limitata produzione di panettoni, avviene solo nei mesi di novembre e dicembre.

Brindisi finale e caldarroste hanno chiuso la serata.




Pasticceria Pesce 1898

Avella, via G. Leopardi (località Cooperative)

Nessun commento:

Posta un commento